Terapia dello Spavento – Superstizioni in Sardegna 17


Come dicevamo una settimana fa, in Sardegna, esistono diverse pratiche che si possono dividere in tre categorie principali: la medicina dell’occhio, la terapia dello spavento e la cura delle ustioni.

Oggi parliamo della terapia dello spavento.

fright theraoy

A cosa serve questo rito? Quale male affligge il paziente che ricorre a questa terapia?

La terapia dello spavento ha lo scopo di allontanare il demone che si è insediato nel corpo della vittima in seguito a un forte spavento. Questo è il motivo per cui non può assistere nessuno alla cerimonia al di là del guaritore e del malato: si correrebbe il rischio di trasferire il demone da un corpo all’altro.

Questa pratica si basa sulla recitazione di formule e di preghiere.

In certi casi l’elemento che si accompagna a esse è l’acqua, che poi viene gettata all’improvviso addosso al malato, affinché questo si spaventi, appunto.

In altri casi il rito prevede che le preghiere e le formule magiche siano accompagnate da un’esposizione del malato al fumo, prodotto da candele o dalla combustione di incenso o di fiori benedetti. Alcuni guaritori hanno l’abitudine di bruciare, insieme a tali sostanze, anche pezzi di tessuto di un indumento del paziente.

Un altro elemento che può accompagnare il rito è un pugno di terra raccolto nel luogo in cui la vittima ha subito lo spavento: questa viene fatta cadere sulla testa del paziente durante la lettura delle formule magiche o delle preghiere, o in alcuni casi fatta ingerire al malato mischiata nell’acqua.

Se il motivo dello spavento è determinato dalla morte di qualcuno, questa pratica può avere luogo al cimitero. Il malato viene fatto distendere su tre tombe differenti e la pozione viene prodotta con la polvere delle ossa dei defunti, retaggio questo, delle cerimonie di incubazione nuragica.

Ad oggi, la terapia dello spavento viene praticata da quarantasette guaritori e sono più di tremila persone che ogni anno vengono da tutta l’isola per richiedere la guarigione.

Vuoi conoscere meglio questo mistero? Prenota subito uno dei nostri tour!